Palmi RC | Via Roma n°82

L’Endometriosi: una patologia tutta al femminile

Condividi post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Spesso sentiamo parlare di endometriosi e di come questa patologia sia in grado di influenzare negativamente la qualità della vita delle pazienti che ne soffrono. In questo articolo spieghiamo brevemente di cosa si tratta e come una specifica alimentazione può aiutare le pazienti a gestire la sintomatologia legata a questa patologia. Per endometriosi si intende la presenza di tessuto endometriale al di fuori della cavità uterina, sede dove normalmente è localizzata questo tipo di mucosa. Le donne che soffrono di endometriosi lamentano intensi dolori nel periodo compreso tra l’ovulazione e le perdite mestruali, spesso accompagnati da disturbi a livello intestinale, malessere e stanchezza cronica. È importante sottolineare l’impatto fisico ed emotivo che questa patologia ha sull’organismo delle pazienti, in grado di determinare, nel corso del tempo, un’infiammazione di carattere cronico. Qual è l’obiettivo della terapia alimentare in donne affette da questa patologia? Sicuramente provare a ridurre l’infiammazione sistemica, pertanto, un’alimentazione fortemente antinfiammatoria è d’obbligo e, poi, il miglioramento di alcuni dei sintomi caratteristici della patologia come la dolorabilità, l’astenia ed il colon irritabile. Tra gli alimenti da ridurre fortemente nell’alimentazione della paziente troviamo sicuramente i prodotti contenenti glutine ed i latticini, in quanto entrambi possono determinare un peggioramento della dolorabilità relativa all’endometriosi, dell’infiammazione sistemica e di una non adeguata risposta intestinale. Anche la soia e gli alimenti ad alto contenuto di fitoestrogeni dovrebbero essere necessariamente esclusi dall’alimentazione della paziente in quanto l’endometriosi è di base una patologia caratterizzata da estrogeno-dominanza. Infine, la salute intestinale rappresenta uno degli obiettivi principali della dieta terapeutica; In relazione alla sintomatologia, risulta indispensabile calibrare bene la quantità di fibra presente nella dieta della donna e di tutte quelle sostanze e\o alimenti irritanti per l’intestino. In questo caso la comune espressione “mangia tanta frutta e verdura” può, infatti, non essere una scelta ottimale. Un’alimentazione specifica e personalizzata rappresenta per la donna affetta da endometriosi un tassello chiave per la gestione dei sintomi legati a questa patologia; Una corretta alimentazione può migliorare il suo benessere psicofisico ed aiutarla nella gestione della sua patologia.

Condividi post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Leggi anche...

Gravidanza e allattamento

[GUIDA] Alimentazione in gravidanza

Finalmente il test di gravidanza ha dato esito positivo. Sei incinta! […] Con questa guida voglio aiutarti ad affrontare più serenamente il percorso nutrizionale che dovrai intraprendere per non far mancare nulla al tuo bambino ed evitare di prendere del peso in eccesso.
È straordinario come l’inizio di una gravidanza, sia essa cercata o inaspettata, ti getti in un mix di emozioni che passano dalla gioia di aspettare un figlio, alla paura di intraprendere quel periodo unico, lungo nove mesi, che ti farà diventare mamma!

LEGGI TUTTO
Patologie e disturbi

Coronavirus: alimentazione e rinforzo delle difese immunitarie a fini preventivi

Oltre all’ormai temuta epidemia di COVID-19 (corona virus) che sta interessando l’Italia e gran parte del mondo, in questo periodo è molto frequente ammalarsi, sia per le brusche variazioni di temperatura, sia per varie forme di infezioni virali. Cosa possiamo fare affinché il nostro organismo sia pronto a combattere questi agenti esterni?

LEGGI TUTTO
Ciao! Come possiamo aiutarti?
Invia