La Prima Visita

La prima visita ha una durata di circa 60 minuti.

COSA OCCORRE:

  • Analisi del sangue di routine recenti (eseguite entro i 2 mesi precedenti alla data della prima visita). Nel caso in cui non si sia in possesso di suddette analisi o le ultime siano troppo remote (oltre il periodo sopra indicato), richiedere al proprio medico curante la possibilità di effettuare analisi di routine ritenute più opportune per l’inizio di un percorso alimentare;
  • In caso di Patologie conclamate: Cartelle Cliniche o Referti di Visite Mediche di interesse nutrizionale;
  • Eventuali Protocolli Alimentari seguiti in passato;
  • Diario Alimentare utile a conoscere le abitudini alimentari pregresse del paziente.

COME PREPARARSI:

  • A digiuno da almeno 2 ore;
  • Senza aver bevuto alcol o liquidi salati o particolarmente zuccherini da almeno 2 ore;
  • Avendo svuotato la vescica da non più di 30 minuti;
  • Senza aver svolto attività fisica nelle ultime 12 ore;

Tutto ciò è fondamentale per una corretta esecuzione dell’esame Bioimpedenziometrico al fine di standardizzare la misurazione.

COME SI SVOLGE:

Anamnesi

L’anamnesi riveste un ruolo fondamentale ed è il primo passo nella valutazione dello stato nutrizionale. Consiste nella raccolta dati relativi alla storia personale, familiare, clinica e alle abitudini alimentari del paziente. Segue un’indagine diretta a comprendere le abitudini alimentari del paziente.

Analisi Antropometrica

misurazione di Peso, Altezza, Circonferenze Corporee (Vita, Fianchi, Polso, Braccio, Coscia, ecc.).

Analisi Plicometrica

misurazione delle pliche cutanee in diverse sedi (addominale, pettorale, tricipite, bicipite, coscia, sottoscapolare, ecc.).

Analisi Bioimpedenziometrica (BIA)

esame di tipo bioelettrico professionale (eseguito con strumenti elettromedicali certificati e di precisione e non con strumenti da banco), rapido e non invasivo per la misurazione di Massa Magra, Massa Grassa, Acqua intra ed extra cellulare, metabolismo basale e Massa Muscolare (vedi approfondimento).

Saturazione dell’ossigeno (mediante pulsiossimetro)

utile all’Inquadramento Ormonale e Metabolico-Respiratorio ai fini della scelta dell’approccio alimentare.

Dinamometria

per la misurazione della forza.

Definizione degli obiettivi/esigenze del paziente

Valutazione delle richieste personali e/o delle esigenze di carattere medico per la definizione del miglior protocollo alimentare sia in termini di qualità (approccio scientificamente più valido) che di semplicità (perfettamente adattabile a qualsiasi contesto: di vita, sociale, lavorativo, “incasinato”).

La consegna del Protocollo Alimentare (dieta) avverrà entro pochi giorni. E’ preferibile che la consegna del nuovo protocollo avvenga di persona, per la spiegazione dello stesso. Tuttavia, su richiesta del paziente, la consegna potrà avvenire tramite mail con successiva spiegazione telefonica.

Durante tutto il percorso alimentare, il paziente potrà richiedere delucidazioni tramite mail o contatti telefonici.

Se necessario, verranno consigliati integratori alimentari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...